Lavasciuga: connettività wireless e altre funzioni innovative

Avete deciso di acquistare una lavasciuga, ma non sapete che pesci prendere, perché non riuscite a barcamenarvi nella giungla di mercato per l’overdose di modelli che vi confondono le idee? Come biasimarvi? Non è facile orientarsi nel mercato degli elettrodomestici, lavasciuga incluse, troppi i modelli propinati ovunque, in rete e non. Andiamo per gradi, allora, con ordine, cercando di fare un identikit del modello perfetto, prendendo a spunto i parametri base, a partire dalla classe energetica, che può essere un elemento selettivo per una prima cernita. Questa valutazione attiene ai consumi energetici, che possono rappresentare una nota dolente nell’uso di un elettrodomestico (bolletta docet!) per cui si consiglia sempre di acquistare un prodotto in classe A, un pochino più costose delle B ma, alla lunga, l’investimento sarà ampiamente ripagato dai tagli ai consumi.

Altro criterio di scelta è la capacità della lavasciuga, che sta ad indicare il quantitativo di biancheria da trattare, tenendo però conto del fatto che trattandosi di due cicli diversi (lavaggio e asciugatura) non si potrà calcolare un unico carico, ma andrà diviso in due fasi con tot biancheria per il lavaggio e un quantitativo pressoché dimezzato per la fase successiva dell’asciugatura. Per non sbagliare si può scegliere un modello della capienza di 6 chili in lavaggio riservando solo 4 kg allo step successivo dell’asciugatura. Le nuove lavasciuga non sono gli apparecchi rudimentali di una volta, ma dei veri computer da programmare tra programmi e funzionalità ‘extra’.

Sembra che i produttori facciano a gara per aumentare il pacchetto di opzioni sempre nuove che fanno delle lavasciuga, al pari di altri analoghi elettrodomestici, dei campioni del pulito. A parte i programmi standard per i carichi misti o quelli brevi per capi delicati, si può scegliere fra le tante opzioni, fra le più utili la funzione anti-stiro che fa uscire i panni senza una piega, già pronti per il cassetto o l’armadio. Un cenno finale alla connettività wireless o Nfc, nell’era del digitale non poteva mancare questa funzione in grado di dotare la lavasciuga, al pari di altri elettrodomestici, della gestione da remoto, previo download della app dedicata sullo smartphone. Altre info su questo portale.