La scrivania porta pc è uno strumento di lavoro quanto qualsiasi altro elemento presente nella tua postazione di lavoro; è un acquisto da fare attentamente perché le proposte presenti in commercio sono talmente tante da rendere difficoltoso scegliere quella più adatta alle nostre esigenze. Un aiuto però lo si può trovare leggendo il contenuto di questo sito  scrivaniapc.it che vi darà una serie di informazioni molto utili nella scelta definitiva.

Elemento determinante per una condizione di lavoro soddisfacente, dunque, la scrivania per computer deve essere scelta tenendo conto di alcuni elementi basilari.

Anzitutto le dimensioni. E’ questo il primo fattore da considerare perché in base alle dimensioni capirete non solo dove posizionarla in relazione al resto dell’ufficio ma saprete anche quante cose potrete posizionare dal monitor, alla tastiera, dal mouse alla stampante, la lampada o il leggio o gli accessori. Le misure in genere vanno da 120-140 cm di lunghezza fino a 180-200 cm e 50 o 60 o 80 cm di larghezza mentre l’altezza varia dai 74 agli 80 centimetri senza dimenticare che proprio in relazione all’altezza ce ne sono del tipo regolabile anche elettricamente.

Passiamo ai materiali, dal legno al metallo e al vetro con combinazioni differenti che incidono sul prezzo e su un altro aspetto, il montaggio. Vanno scelti con cura perché rendono la scrivania solida e resistente.

Parliamo poi di struttura intendendo la composizione delle parti che formano la scrivania: il portatastiera a scomparsa sotto il desk, scomparti per la cache del pc in genere posizionati sotto il piano di lavoro, piedini antiscivolo o rotelle per facilitare lo spostamento, e cassettiere che possono essere fissate alla struttura o lasciate distinte per un posizionamento più funzionale. La struttura quindi è importante perché determina la gestione dello spazio nel vostro posto di lavoro.

Un altro elemento da considerare è la “marca” che, se conosciuta, rappresenta in genere un motivo di qualità e di tranquillità per l’acquirente ma non ha un ruolo decisivo in fase di scelta perché la priorità va assegnata agli elementi di cui abbiamo parlato prima.