Essiccatori per alimenti: perché essiccare i cibi

Volete provare a cimentarvi nell’antica pratica dell’essiccazione alimentare con i moderni essiccatori per alimenti? Non vi resta che trovare il modello giusto per voi. Come fare? La scelta è vasta e potreste perdervi nei meandri del labirinto di mercato. Intanto, il consiglio è di fare una sorta di identikit del prodotto che intendete acquistare, se un modello compatto per fare i primi tentativi o una macchina semiprofessionale se volete provarci sul serio prevedendo un uso intensivo dell’apparecchio. Si suggerisce di acquistare un modello con termostato regolabile che permetta di essiccare gli alimenti a gradazioni mirate, meglio se dotato di ventola nella parte superiore per far circolare l’aria calda necessaria all’essiccazione in modo omogeneo per non essere costretti in corso d’opera a invertire l’ordine dei vassoi per rendere più uniforme il processo di disidratazione.

Un modello da 600 Watt con 120 Volt può essere della giusta potenza, con numero di vassoi da 5 a 12. Oggi esistono essiccatori con sistemi brevettati di essiccazione che sfruttano la tecnologia Converga-Flow che consiste nella distribuzione omogenea dell’area all’interno della camera dell’essiccatore per una riuscita più rapida e ottimale del processo di trasformazione degli alimenti. Un altro quesito da porsi prima di lanciarsi a capofitto nell’acquisto di un essiccatore alimentare è chiedersi perché sentiamo l’esigenza di essiccare degli alimenti, in generale o in modo mirato. Se ci si riferisce al passato il motivo è più comprensibile, ma oggi chi ce lo fa fare di metterci ad essiccare gli alimenti? Per quale ragione?

Perché è l’unico modo di conservare a lungo dei cibi altrimenti deteriorabili. Pensate alla frutta o alla verdura, che dopo colta ha pochi giorni di tempo per poter essere cucinata e consumata. Il frigo può allungare di qualche giorno la commestibilità di questi prodotti, ma se davvero si vuole conservare a lungo delle albicocche, delle prugne o anche delle melanzane o pomodori l’unico modo è essiccarli. In questo modo si potranno consumare con tutto il loro bagaglio di sostanze e principi nutritivi per tutto l’anno e anche se si va in vacanza o in campeggio una bella scorta di frutta secca sarà salutare come quella fresca, ma in compenso non appesantirà lo zaino e, sempre in tema di peso, non alleggerirà il portafoglio.